Storia

Dal sogno alla realtà

Nel 2014 nasce l’Asd Stay O’ Party

L’esordio assoluto in una competizione ufficiale è datato domenica 21 settembre 2014 quando la neonata associazione sportiva incontra in trasferta nel primo turno di campionato la Refrancorese. Il risultato è di 1-1 con i giallorossi che rimontano la rete di svantaggio grazie al gol su calcio di rigore di Giammarco Valleri. Suo il primo gol ufficiale nella storia di questo club.

Per assistere alla prima vittoria bisognerà attendere sette giorni più tardi quando davanti a ben 150 spettatori Stay O’ Party vince in rimonta 3-2 con l’Union Ruchè di Montemagno. E’ un successo epico, che resterà ben impresso nella memoria di tutti quanti quel pomeriggio assiepavano la tribuna del “Caligaris” di Casale Popolo. Otto contro undici i giallorossi prima pareggiano con Iaccarino al 88′, poi incredibilmente agguantano i tre punti con il gol di Viale Marchino a tempo ampiamente scaduto.

Il cammino nel girone di andata non è dei più agevoli e così dopo la sconfitta con la Calamandranese Roberto Fecarotta, presidente ed allenatore della squadra, rassegna le proprie dimissioni incaricando Fabrizio Ottone ad assumere la gestione tecnica del club. Dopo un breve periodo di rodaggio i giallorossi cominciano ad ottenere risultati soddisfacenti. Il tesseramento di Guzzo e Bellas danno nuova linfa alla squadra che a cavallo fra la fine del girone di andata e quello di ritorno centra la bellezza di sette vittorie su otto partite disputate. La matricola casalese diventa così una mina vagante in zona playoff rendendo pieno di insidie il finale di campionato.

Il derby di ritorno con il Mirabello dell’8 marzo 2015 è vinto da Stay O’ Party che si impone con il risultato di 3-1 grazie alle rete di Ferrittu e Bellas (2). Quel pomeriggio oltre 200 persone seguirono la partita in tribuna, record assoluto in tutta la stagione 2014/2015 di Terza Categoria.

I sogni di raggiungere i playoff s’infrangono soltanto all’ultima giornata di campionato quando con la sconfitta casalinga con il Solero per 2-3 ed il contemporaneo successo della Calamandranese rendono aritmeticamente impossibile l’approdo alla post season. Capocannoniere della stagione sarà Francesco Bellas con 9 reti mentre il terzetto Bongiorno, Ferrittu e Pregnolato si fermerà a quota 5 marcature.

La consacrazione con la promozione in Seconda

La stagione 2015/2016 comincia con l’eliminazione in Coppa Piemonte al primo turno a seguito di due partite dal finale thrilling con Ronzonese e Piemonte. Ma dal campionato arrivano grandi soddisfazioni e risultati che permettono alla compagine giallorossa di conquistare la promozione in Seconda Categoria trionfando nel girone A. Un ruolino di marcia incredibile quello dei ragazzi di mister Ottone che con diciannove vittorie, zero sconfitte e tre pareggi chiudono al primo posto davanti a Blues Frassineto e ancora una volta Ronzonese. Per lunghe settimane la porta difesa da Miot e Bonifacio rimane inviolata tanto da raggiungere il primato di 1209 minuti di imbattibilità assoluta.

I soli sette gol subiti in campionato rappresentano il primato assoluto per quanto riguarda tutti i campionati federali 2015/2016 del Piemonte. Stay O’ Party vince tutte le gare disputate fra le mura amiche del “Don Bosco” di Borgo San Martino. 11 su 11. Nell’ultima giornata, di fronte ad oltre 200 persone, si toglie la soddisfazione di battere per la seconda volta in stagione i forti rivali del Blues Frassineto con il risultato di 2-1 chiudendo così la stagione da imbattuti.

Ancora una volta recordman Francesco Bellas che chiude la stagione a quota 10 reti. Alle sue spalle l’ottimo Simone Lomastro a nove reti, giocatore con più presenze all’attivo in stagione disputando tutte le partite.

Attualmente il giocatore con il maggior numero di presenza in gare ufficiali è il Vice Capitano Alberto Gregoletto che ha vestito la maglia giallorossa la bellezza di 41 volte.

Merita menzione speciale anche Matteo Bongiorno, unico calciatore di Stay O’Party ad aver segnato in tutte le competizioni attualmente disputate dal sodalizio casalese: Terza Categoria Astigiana, Terza Categoria Alessandrina e Coppa Piemonte di Terza Categoria.

Ad un centimetro dalla gloria: secondo posto in Seconda Categoria

L’entusiasmo derivante dalla memorabile stagione appena conclusa è tale da spingere Stay O’ Party ad affrontare il campionato di Seconda Categoria 2016/2017 da assoluta protagonista. Il raggruppamento vede i casalesi inseriti in un girone di ferro, gli addetti ai lavori hanno più volte affermato che era da oltre vent’anni che non si vedeva un campionato così.

I giallorossi continuano la loro filosofia di calcio: divertirsi e fare divertire il numeroso pubblico che da sempre li segue.

La campagna acquisti ha visto importanti innesti in organico, giocatori con recente passato in Eccellenza e Promozione, casalesi, decidono di sposare il progetto dell’Orso Gennaro.

Pronti via i ragazzi di mister Ottone sorprendono tutte le dirette concorrenti, sulla carta più attrezzate, con storia decennale alle spalle. Stay O’ Party vince le prime 5 partite e alla la 7^ giornata di andata si ritrova al primo posto solitario in classifica, dopo aver regolato rispettivamente 3-0 e 2-0 mostri sacri del calcio nostrano come Fulvius e Monferrato. Ma già lo sai, Stay non è una società come le altre, Ottone rassegna le proprie dimissioni e viene sostituito da Carlo Zatti. Tempo una gara di assestamento, pareggio contro la Viguzzolese, altra nobile decaduta del girone, i casalesi tornano a volare a pieno regime. Stay O’ Party è campione d’inverno. Da neopromossa. A guardare sotto vengono le vertigini!

Il girone di ritorno come previsto non è una passeggiata. La sorpresa non c’è più, ma la dirigenza è brava ad inserire in rosa altri elementi di spessore come De Nardi e Ubertazzi. Il campionato diventa una lotta a tre con Stay, Fulvius e Bergamasco a trainare la carovana, Spinettese, Monferrato e Fortitudo FO nel gruppo degli inseguitori.

Gli infortuni, il cambio di campo da gioco (da Borgo San Martino a Casale Popolo) ed il calendario non sono favorevoli ai nostri ragazzi, tutti gli scontri diretti sono in trasferta e punti preziosi vengono persi a Bergamasco e Valenza. La squadra di mister Zatti si riscatta però ad Occimiano dove ottiene una memorabile vittoria in rimonta per 3-2 all’ultimo respiro.

Stay O’ Party barcolla, ma non molla. Rimane in vetta fino alla 24^ giornata, la terzultima, siamo tutti li, tre squadre in due punti. La stanchezza dopo aver tirato tutta la stagione e l’inesperienza dei tanti giovani casalesi giocano brutti scherzi, bruttissimi. La gara interna contro la Pol. Casalcermelli diventa un incubo, dal 2-0 iniziale perdiamo 2-3. Una tranvata tra capo e collo dura da reggere. Stay perde la vetta e concluderà la stagione al secondo posto, dietro al Bergamasco.

I play-off sono solo una formalità, tutto il pubblico giallorosso si stringe attorno alla squadra, ma ormai le forze mentali sono finite. La partita contro la Spinettese persa 0-1 a Casale Popolo mette definitivamente la parola fine sulla stagione 2016/2017.

Stagione straordinaria che ci riempie di orgoglio se guardiamo dove eravamo solo 3 anni fa, ma sicuramente rimane il grande rammarico per l’occasione sprecata. Il calcio è questa cosa qua, ci piace perché siamo anche un po’ masochisti.

Da sottolineare la grande stagione del Bomber Emis Nikaj che chiude con 18 marcature stagionali, ma sopratutto la grande annata di un collettivo che tra le mille difficoltà ed i continui attacchi è rimasto unito e compatto fino alla fine.

Stagione memorabile: il “Doublete” è servito!

Ripartire dopo la cocente sconfitta al play-off non è stato certamente cosa facile. Vedere però così tanto affetto da parte del pubblico, dagli amici e da tutti i nostri sostenitori ci ha trasmesso quella carica per ricominciare. Ci siamo andati vicini, sappiamo come si fa, sappiamo dove non dobbiamo sbagliare.

Stay O’ Party sceglie per la stagione 2017/2018 un allenatore debuttante, la squadra viene affidata a Salvatore Rizzo, carismatico uomo di calcio casalese, che fino a due mesi prima ancora calcava i campi in veste di calciatore. Al suo fianco l’esperto Maurizio Pinato in qualità di vice, già da due stagioni preparatore dei portieri giallorossi.

Il mercato è oculato, arrivano giocatori chiave: Pinato, Pizzighello e Beltrame dalla Luese, Dondi e De Lozzo dal Villanova. Ritornano a pieno regime Roci e Valleri, vecchia scuola Stay.

Il campionato non parte nel migliore dei modi, Stay O’ Party perde in trasferta con la forte Don Bosco Asti, ma mette poi a segno un filotto di vittorie decisive sia per la classifica che per il morale, sconfiggendo i fantasmi del passato: Fortitudo, Spinettese, Casalcermelli, Solero e Costigliole. Il secondo stop arriva con il Ponti sotto il diluvio. Stay riesce a rimanere aggrappata al trenino di testa con Monferrato e Ponti appunto, chiudendo al terzo posto il girone di andata. I ragazzi di Rizzo vanno avanti anche in coppa Piemonte, memorabile la doppia sfida notturna contro la Novese al Palli ed al Girardengo.

Nel mercato invernale arrivano Allara e Giuseppin in difesa, e Luca Marangoni per rafforzare il pacchetto offensivo. Stay inizia a macinare punti e vittorie senza sosta. I giallorossi conquistano la finale di coppa ai danni del Monferrato in una doppia sfida infuocata. In campionato si vince sempre fino alla trasferta di Acqui, Stay perde il neoacquisto Marangoni per un brutto infortunio al ginocchio che farà terminare anticipatamente la stagione all’attaccante. Con il Ponti si pareggia 1-1, la domenica successiva in casa Magro e compagni perdono la vetta contro i diretti concorrenti del Monferrato.

Quando tutto sembrava ormai perduto ed il distacco incolmabile, la costanza e lo spirito di abnegazione dei giallorossi pagano. Stay non perde più.

Stay O’ Party solleva la coppa Piemonte Valle d’Aosta al “Comunale” di Valenza vincendo 2-1 sulla Castelnovese Castelnuovo, e vince tutte le restanti gare di campionato. Quando i play-off sembravano ormai una sentenza già scritta, arriva il regalo di natale anticipato. Ponti perde l’ultima gara, sarà spareggio: Monferrato – Stay O’ Party sul neutro di Castellazzo.

Il 13 Maggio 2018 rimarrà per sempre un giorno indimenticabile: partita da libro cuore, vittoria per 2-0 giocando 80 minuti con l’uomo in meno. Stay O’ Party a soli 4 anni dalla sua fondazione conquista la Prima Categoria e mette in bacheca il terzo “titulo” della sua storia, andando a sedersi al tavolo dei grandi del calcio casalese.

Fuori Categoria: lo Stay vola in Promozione!

La missione si compie nell’estate del 2020: Stay O’ Party esce dal trittico delle categorie regionali per approdare in Promozione. Dopo due anni di militanza in Prima Categoria arriva l’ultimo grande salto. Artefice del trionfo è mister Perotti che accetta la sfida giallorossa nell’estate 2019 succedendo a Rizzo e Razzano che si avvicendarono nella stagione precedente che si chiuse con il nono posto in classifica ed un’eliminazione ai quarti di finale di Coppa Piemonte. Con Perotti invece Stay dopo un momento di rodaggio prende il largo con grande personalità e carattere. Condivide la testa della classifica del campionato per diverse giornate con la corazzata Chiavazzese. Poi il Covid, con la sospensione definitiva del torneo. Per la classifica avulsa è Stay O’ Party ad aggiudicarsi il titolo del girone B di Prima Categoria. La chiusura di un cerchio iniziato per gioco sei anni prima e che mai nessuno avrebbe immaginato così vincente.